La quota vincente
Coronavirus Sport

Ciclismo, ufficiale il calendario 2020: si comincia ad agosto con Strade Bianche e Sanremo, a ottobre il Giro

ciclismo-2020-ufficiale-il-nuovo-calendario-uci
Foto AP-LaPresse - Tutti i diritti riservati

Calendario ciclismo 2020, l’UCI ufficializza le nuove date

Dopo lunghe settimane di discussioni e proposte, l’Unione Ciclistica Internazionale ha ufficializzato il calendario della stagione di ciclismo 2020. Nei giorni scorsi era stato ufficializzato il rinvio del Tour de France, che veniva fissato dal 29 agosto al 20 settembre. In base a questa decisione, l’UCI ha quindi provato a far combaciare i tanti tasselli del puzzle, tenendo presente le linee guida dettate in precedenza. Priorità assoluta ai tre grandi giri e alle classiche monumento, da inserire in un calendario compresso ed eventualmente allungato rispetto al solito termine di fine ottobre. Confermate le date della settimana dedicata ai campionati mondiali di Aigle-Martigny (Svizzera), e cioè dal 20 al 27 settembre.

Calendario ciclismo 2020, tutta una stagione in tre mesi

Dopo le anticipazioni di qualche giorno fa riportate da Rtbf e As, ecco il calendario messo a punto dall’UCI per salvare la stagione 2020 disputando almeno le principali corse.

  • 1° agosto: STRADE BIANCHE
  • 5-9 agosto: GIRO DI POLONIA
  • 8 agosto: MILANO-SANREMO
  • 12-16 agosto: GIRO DEL DELFINATO
  • 16 agosto: LONDON CLASSIC
  • 21-23 agosto: CAMPIONATI NAZIONALI (DA CONFERMARE)
  • 24-28 agosto: CAMPIONATI EUROPEI (DA CONFERMARE)
  • 25 agosto: GP PLOUAY
  • 29 agosto-20 settembre: TOUR DE FRANCE
  • 7-14 settembre: TIRRENO-ADRIATICO
  • 11 settembre: GP QUEBEC
  • 13 settembre: GP MONTREAL
  • 20-27 settembre: CAMPIONATI MONDIALI
  • 29 settembre-3 ottobre: BINCKBANK TOUR
  • 30 settembre: FRECCIA VALLONE
  • 3-25 ottobre: GIRO D’ITALIA
  • 4 ottobre: LIEGI-BASTOGNE-LIEGI
  • 10 ottobre: AMSTEL GOLD RACE
  • 11 ottobre: GAND-WEVELGEM
  • 14 ottobre: DWARS DOOR VLANDEREN
  • 15-20 ottobre: TOUR OF GUANGXI
  • 18 ottobre: GIRO DELLE FIANDRE
  • 20 ottobre-8 novembre: VUELTA A ESPANA
  • 21 ottobre: DE PANNE
  • 25 ottobre: PARIGI-ROUBAIX
  • 31 ottobre: LOMBARDIA

Giro e Tour

Confermato dunque il posizionamento del Giro d’Italia dal 3 al 25 ottobre con le canoniche tre settimane: scongiurato il pericolo di un taglio del percorso. In ogni caso salta subito agli occhi come tante classiche saranno disputate contemporaneamente al Giro (Liegi, Amstel, Gand, Fiandre, Roubaix), privando probabilmente la Corsa Rosa di tanti grandi nomi. Infatti sia gli specialisti delle pietre sia quelli delle cotes diserteranno con ogni probabilità il Giro, per andare alla caccia delle classiche preferite.

La Grande Boucle appare al contrario in un’ideale collocazione prima di Mondiali, Ardenne e Fiandre. In molti potrebbero infatti sceglierla per preparare al meglio le corse di un giorno. Ad esempio Vincenzo Nibali, inizialmente accreditato per correre il Giro, potrebbe a questo punto virare sul Tour, visto che il suo principale obiettivo stagionale saranno i Mondiali che si correranno soltanto dopo una settimana dal termine del giro di Francia. Per adesso lo Squalo ha dichiarato di essere sempre concentrato sul Giro, ma le cose potrebbero evidentemente cambiare.

Rispetto alle prime anticipazioni, viene poi anticipata di almeno dieci giorni la Vuelta, che si correrà dal 20 ottobre all’8 novembre e durerà soltanto 18 tappe invece delle 21 solite. Per i corridori da grandi giri sarà dunque impossibile l’accoppiata Giro-Vuelta che spesso viene invece scelta durante le stagioni ordinarie. La scelta sarà tra Tour e Giro oppure Tour e Vuelta, sempre che non si decida di concentrarsi su un solo grande giro sfruttando poi le varie classiche disseminate lunga la breve ma intensa stagione. Praticamente impossibile per gli specialisti delle classiche correre Giro o Vuelta, che vanno a sovrapporsi alle loro gare preferite.

Calendario ciclismo 2020, le voci

RCS

Trapela un po’ di delusione a causa della sovrapposizione del Giro con tante altre corse, ma RCS (società organizzatrice del Giro) non fa polemica considerando la difficile situazione: “La pubblicazione del calendario da parte dell’UCI è un importante passo in avanti che certamente aiuterà tutte le realtà coinvolte a riprogrammare la stagione. Per salvaguardare l’importante patrimonio delle corse ciclistiche e mantenerle vive si è dovuto fare qualche sacrificio anche considerando il breve arco temporale all’interno del quale si potevano inserire tutte le corse della stagione”. E ancora: “Abbiamo fatto una serie di proposte alternative che a nostro giudizio avrebbero limitato alcune sovrapposizioni di calendario. Queste proposte non sono state recepite. Riteniamo comunque questo risultato importante per la ripartenza, soprattutto in questo momento, vista la drammatica situazione sanitaria che sta colpendo tutti i settori della nostra vita”.

UCI

Questo il commento di David Lappartient, presidente UCI: “Ho parlato a lungo con RCS in questi giorni, anche ieri sera. So che non sono stati accontentati tutti i loro desideri, ma non avevamo altra scelta e non credo che il Giro sia stato così penalizzato. Ottobre è un mese impegnativo, ci sono state discussioni anche sulla durata del Giro ed è stato rispettato il fatto di avere 21 tappe e 4 fine settimane. Per la sovrapposizione di domenica 25 ottobre tra Giro, Roubaix e Vuelta, le tre corse finiranno in orari diversi”.

FCI

Infine Renato Di Rocco, presidente della Federazione Italiana Ciclismo: “Vista l’emergenza provocata dal coronavirus ed il blocco disposto in molti Paesi del Nord fino al 31 agosto, era praticamente obbligatorio concentrare tutti gli eventi in appena tre mesi. La scelta aziendale di RCS di garantire al Giro quattro settimane è stata garantita. Era inevitabile che si creasse una sovrapposizione con la Vuelta vista la ridotta disponibilità di date e l’alto numero di gare da riposizionare. Mi pare che sia un buon calendario anche quello femminile con il nostro Giro Rosa, oltre alla novità della Parigi Roubaix donne. Per quanto riguarda il nostro Paese, ora possiamo lavorare sui calendari delle altre discipline e delle altre categorie della strada. Siamo logicamente contenti che la stagione internazionale si apra da noi, ma la speranza è quella di poter effettivamente ripartire”.

 

Calendario ciclismo 2020, le date del ciclismo femminile

  • 1° agosto: STRADE BIANCHE
  • 8-9 agosto: POSTNORD VARGARDA WEST SWEDEN
  • 13-16 agosto: TOUR OF NORWAY
  • 21-23 agosto: CAMPIONATI NAZIONALI (DA CONFERMARE)
  • 24-28 agosto: CAMPIONATI EUROPEI (DA CONFERMARE)
  • 26 agosto: GP PLOUAY
  • 29 agosto: LA COURSE BY LE TOUR
  • 1°-6 settembre: BOELS LADIES TOUR
  • 11-19 settembre: GIRO D’ITALIA
  • 20-27 settembre: CAMPIONATI MONDIALI
  • 30 settembre: FRECCIA VALLONE
  • 4 ottobre: LIEGI-BASTOGNE-LIEGI
  • 10 ottobre: AMSTEL GOLD RACE
  • 11 ottobre: GAND-WEVELGEM
  • 18 ottobre: GIRO DELLE FIANDRE
  • 20 ottobre: TOUR OF GUANGXI
  • 20 ottobre: DE PANNE
  • 23-25 ottobre: TOUR OF CHONGMING ISLAND
  • 25 ottobre: PARIGI-ROUBAIX
  • 6-8 novembre: MADRID CHALLENGE BY LA VUELTA

 

Scopri B-Lab Index! Il nuovo sistema di comparazione quote firmato B-Lab!

VUOI SCOPRIRE LE NOSTRE GIOCATE SPECIALI? ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM PER AVERE CONTENUTI ESCLUSIVI! T.ME/BLABLIVE

SPECIALE “STREAMING NON STOP” dalle 14:00 alle 18:00 con gli approfondimenti degli esperti sulle partite del giorno in diretta Live Streaming nella chat numero 1 in Italia sempre su www.blablive.com e anche sulla pagina ufficiale Facebook, anche Twitter e infine Instagram.

3 Comments

3 Comments

  1. Pingback: Ripresa campionati, le ultime news e la situazione in Europa e nel mondo

  2. Pingback: Calendario italiano ciclismo, ecco le date in attesa dell'ok da parte dell'UCI

  3. Pingback: Tour de France 2020, si parte il 29 agosto: quote e favoriti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza periodicità. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le previsioni e i pronostici presenti all’interno del blog sono frutto di opinioni personali che riguardano il possibile esito di eventi sportivi, scelti a discrezione dell’autore, e sono espressi precedentemente allo svolgersi degli eventi stessi. L’autore cerca di fornire dati accurati e aggiornati ma non offre alcuna garanzia assoluta circa l’accuratezza o l’attualità del contenuto del sito, come non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori o omissioni.
L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. L’autore del blog si riserva il diritto di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, l’autore non è in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.
Ogni visitatore del blog si impegna a prendere visione di questo disclaimer e ad accettarne tutte le condizioni.

Questo sito confronta le quote e i bonus offerti dai Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità

Forniamo giornalmente pronostici, suggerimenti ed anteprime sulle principali competizioni sportive. Grazie ai nostri consigli ti aiutiamo a scegliere tra le offerte dei bookmaker in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

B-Lab LIVE! e blabsport.it sostengono il Gioco Responsabile. Il gioco é severamente vietato ai minori di 18 anni‎ e può causare dipendenza patologica.

B-Lab Live! © 2013-2019 Boris Production srl P.IVA 01804480992. Powered by CSS Communication® - Tutti i diritti riservati - Sito in Costruzione -

To Top