La quota vincente
Notizie dal Mondo

Coppa Italia, Juve show in HD: poker all’Udinese e pass per i quarti

Foto AP-LaPresse - Tutti i diritti riservati

La Juventus fa il suo ingresso in Coppa Italia in grande stile. Parte in scioltezza l’avventura della squadra di Sarri, che in una gara a senso unico travolge l’Udinese con quattro reti e mette in tasca il pass per i quarti, dove troverà la vincente di Parma-Roma.

Nella fredda serata dell’Allianz Stadium, ci pensano i colpi degli attaccanti a scaldare il pubblico: apre Higuain, prosegue Dybala con una doppietta (uno su rigore) e chiude Douglas Costa, ancora su penalty. Una Juve che diverte e si diverte, senza risentire delle energie spese nel match dell’Olimpico. Alla festa del gol manca Cristiano Ronaldo, fermato dalla sinusite nel pomeriggio. Nel finale si rivede anche Pjaca. Veste malinconicamente i panni del pungiball la squadra di Luca Gotti, assistente di Sarri nel periodo al Chelsea. Nonostante il brillante momento in campionato, i friulani di arancione vestiti non si rendono mai pericolosi.

Ed escono dalla Coppa senza, forse, aver mai creduto alla possibilità di fare l’impresa.

Con il forfait all’ultimo di CR7, Sarri vara dunque l’attacco in DH, con il Pipita e La Joya supportati da Douglas Costa. Nella difesa orfana di Demiral chance per Rugani al fianco di De Ligt, Bonucci può finalmente rifiatare. Sulle fasce Danilo e Alex Sandro. A centrocampo rientra Bentancur e c’è la conferma di Rabiot, Bernardeschi agisce nel ruolo di mezz’ala. Tra i pali Buffon. Solito 3-5-2, ma ritoccato con il turnover, per Gotti che si affida in avanti al tandem Nestorovski-Teordorczyk. Il primo squillo della gara lo suona Higuain in sforbiciata, su traversone di Douglas Costa, senza inquadrare lo specchio. E’ il preludio alla rete del vantaggio, che arriva al 16′, con il Pipita che duetta a ripetizione nello stretto con Dybala e giunge alla conclusione che non perdona Nicolas.

Un’azione in perfetto stile Playstation. Strada in discesa per i bianconeri di casa, che non ci mettono molto a raddoppiare: Nicolas in uscita frana addosso a Bernardeschi e spinge Aureliano ad indicare il dischetto. Dybala trasforma e dopo soli 26 minuti c’è già aria di colpo del ko. Anche perché l’Udinese non pare avere idee e forze per la reazione: il pressing ordinato da Sarri impedisce agli uomini in arancione di ripartire. Eccessivamente lenta la manovra dei friulani, controlla agevolmente la Juve che non ha alcun motivo per premere sull’acceleratore. Prima dell’intervallo, comunque, i padroni di casa sfiorano il tris: Douglas Costa si libera di Ter Arvest e cede ai 20 metri a Bentancur che esplode il destro: con la punta delle dita Nicolas la manda sul palo e salva i suoi.

Al rientro dall’intervallo Gotti si gioca comprensibilmente la carta Lasagna, richiamando un Teodorczyk in versione fantasma. Mossa vana perché la Juventus è ben lontana dalla sazietà. Higuain va a segno di tap-in dopo la respinta di Nicolas su De Ligt, ma il Var annulla per fuorigioco dell’olandese. E’ buono, invece, il 3-0 dipinto poco dopo da Dybala con una magia delle sue: un mancino a giro che s’infila all’incrocio dei pali, semplicemente imprendibile per Nicolas (58′). Alla festa del gol partecipa anche Douglas Costa: Aureliano punisce un tocco di mano di Nuytinck sulla conclusione di Rugani, Dybala concede il tiro dal dischetto al brasiliano.

Ed è il poker juventino (61′). Proprio il numero 11 lascia il campo, sostituito da Cuadrado. Il risultato è una zavorra che non rende plausibili colpi di scena, anche se arriva il primo – e unico – tiro dell’Udinese in porta: è Nestorovski ad impegnare Buffon. Ma la Juve, senza esagerare, mantiene il controllo e si rende ancora minacciosa con un destro di Higuain: Nicolas ci mette i pugni. Con la gara incamminata placidamente verso i titoli di coda, Sarri può richiamare Rabiot e dare spazio a Ramsey, ma la sostituzione che fa notizia è il rientro in campo, dopo 1032 giorni, di Pjaca: gli lascia il posto Dybala, salutato dalla standing ovation dello Stadium. C’è ancora tempo per le emozioni del quasi-pokerissimo: Rugani svetta sulla punizione di Bernardeschi trovando il palo. Sfortunato il difensore fino a qui poco utilizzato, ma serate così possono certamente aiutare per il morale.

Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza periodicità. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le previsioni e i pronostici presenti all’interno del blog sono frutto di opinioni personali che riguardano il possibile esito di eventi sportivi, scelti a discrezione dell’autore, e sono espressi precedentemente allo svolgersi degli eventi stessi. L’autore cerca di fornire dati accurati e aggiornati ma non offre alcuna garanzia assoluta circa l’accuratezza o l’attualità del contenuto del sito, come non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori o omissioni.
L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. L’autore del blog si riserva il diritto di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, l’autore non è in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.
Ogni visitatore del blog si impegna a prendere visione di questo disclaimer e ad accettarne tutte le condizioni.

Questo sito confronta le quote e i bonus offerti dai Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità

Forniamo giornalmente pronostici, suggerimenti ed anteprime sulle principali competizioni sportive. Grazie ai nostri consigli ti aiutiamo a scegliere tra le offerte dei bookmaker in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

B-Lab LIVE! e blabsport.it sostengono il Gioco Responsabile. Il gioco é severamente vietato ai minori di 18 anni‎ e può causare dipendenza patologica.

B-Lab Live! © 2013-2019 Boris Production srl P.IVA 01804480992. Powered by CSS Communication® - Tutti i diritti riservati - Sito in Costruzione -

To Top