La quota vincente
Notizie dal Mondo

Il Napoli piega la Juventus, al Maradona finisce 2-1

Il Napoli ritrova lo spirito battagliero di un tempo, piega per 2-1 la Juventus con un gol nel finale di Raspadori tutto rabbia e furore e si rimette in corsa per l’Eurozona continuando a tenere sempre più vive le speranze di un posto Champions.

Alla squadra di Calzona, alla sua prima in campionato al ‘Maradona’, serviva una vittoria per restare in scia e contro la seconda della classe, il suo Napoli ritrovato era chiamato ad una prova di maturità per capire se il periodo buio poteva essere messo alle spalle. Per carattere, sacrificio e coraggio la risposta è stata totale con tanto di bottino pieno. In vantaggio con Kvaratskhelia sul finire del primo tempo, i campioni d’Italia hanno contenuto gli assalti arrembanti ma sterili di una Juventus troppo imprecisa in fase di costruzione ma capace di trovare il guizzo giusto con Chiesa all’81’ per il pareggio. Ma il Napoli puntava al bersaglio grosso e dopo aver aumentato il ritmo si è presa la vittoria con la forza grazie alla rapidità di Raspadori, il più lesto a respingere in rete il pallone respinto da Sczescny sul calcio di rigore sbagliato da Osimhen.

Tre punti pesanti che portano il Napoli a 43 punti, a meno quattro dal quinto posto, avvicinandosi all’Atalanta. Per la Juve una battuta d’arresto, la terza nelle ultime cinque partite che mette a rischio la seconda piazza. E l’Inter A +12 può preparare la festa scudetto.

Calzona torna su Juan Jesus al centro della difesa con Olivera sulla corsia di sinistra, in mediana Traorè con Lobotka e Anguissa. Davanti confermato il tridente Kvara-Osimhen e Politano. Nella Juve Alex Sandro e Rugani insieme a Bremer, in mezzo Alcaraz e Miretti per le assenze di Rabiot e McKennie. Davanti recupera Chiesa in coppia con Vlahovic.

Partita vivace giocata a ritmi alti fin dai primi minuti con entrambe le squadre che non speculano ma cercano di affondare il colpo con azioni in verticale. Nella Juve è Vlahovic il più pericoloso. Il serbo è protagonista di almeno tre occasioni da rete, tra cui un palo colpito al 34′ con un tocco sotto da posizione defilata. Ma è il Napoli, ben schierato in campo e capace di non perdere mai la linea, a portarsi in vantaggio con un tiro al volo di Kvaratkshelia al 42′ che beffa Szczesny dopo una respinta non perfetta di Bremer.

La Juve ha subito la chance di pareggiare con Vlahovic che di sinistro, dopo un pressing alto di Rugani abile nel rubare palla a Traorè, spreca l’assist facendo evaporare una ottima opportunità. Nella prima frazione la Juve concede spesso il possesso palla ma quando prova ad affondare lo fa con grande aggressività ma poco precisione.

Nella ripresa la Vecchia Signora insiste, ci prova prima con Cambiaso che riceve dalla destra e da ottima posizione calcia altissimo, e òpoi ancora con Vlahovic che riesca concludere di prima da posizione defilata trovando però l’opposizione di Meret.

Il Napoli gestisce con tanto possesso palla senza però prendersi troppo pericolosa. Al 65′ Calzona vede sofferenza nella costruzione, si affida alla panchina e fa entrare Ostigard, Zielinski e Raspadori al posto di Rrhamani, Traorè e Politano. La Juve risponde con Weah, Nonge Boende e Yildiz al posto di Iling Junior, tre sostituzioni che danno più vigore alla Signora che all’81’ con una rasoiata trova il pareggio.

Il Napoli alza improvvisamente il ritmo, aumenta l’intesità degli interventi e dopo quattro minuti Osimhen si costruisce un calcio di rigore: il nigeriano viene ostacolato in area da Nonge che entra in maniera scomposta e dopo il consulto del Var l’arbitro assegna il penalty. Osimhen sbaglia ma Raspadori sulla respinta è il più lesto e fa centro.

La Juve ha ancora una chance nel finale per riacciuffare il pareggio con Rugani che da ottima posizione prova a correggere in rete dentro l’area piccola una conclusione di Yildiz. Il Napoli può festeggiare, la Juve torna a casa con tanto rammarico.

Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza periodicità. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le previsioni e i pronostici presenti all’interno del blog sono frutto di opinioni personali che riguardano il possibile esito di eventi sportivi, scelti a discrezione dell’autore, e sono espressi precedentemente allo svolgersi degli eventi stessi. L’autore cerca di fornire dati accurati e aggiornati ma non offre alcuna garanzia assoluta circa l’accuratezza o l’attualità del contenuto del sito, come non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori o omissioni.
L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. L’autore del blog si riserva il diritto di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, l’autore non è in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.
Ogni visitatore del blog si impegna a prendere visione di questo disclaimer e ad accettarne tutte le condizioni.

This website is hosted Green - checked by thegreenwebfoundation.org

Questo sito confronta le quote e i bonus offerti dai Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità

Forniamo giornalmente pronostici, suggerimenti ed anteprime sulle principali competizioni sportive. Grazie ai nostri consigli ti aiutiamo a scegliere tra le offerte dei bookmaker in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

B-Lab LIVE! e blabsport.it sostengono il Gioco Responsabile. Il gioco é severamente vietato ai minori di 18 anni‎ e può causare dipendenza patologica.

B-Lab Live! © 2013-2019 Boris Production srl P.IVA 01804480992. Powered by CSS Communication® - Tutti i diritti riservati - Sito in Costruzione -

To Top