La quota vincente
Notizie dal Mondo

La questione Lombardia, tra ipotesi di passaporto sanitario e spettro restrizioni

Foto AP-LaPresse - Tutti i diritti riservati

 Sulle riaperture territoriali è ancora polemica governo-enti locali. Dalla Lombardia, osservata speciale per il Covid-19, Attilio Fontana si dice comunque sicuro che i suoi cittadini non avranno restrizioni di movimento. Il 3 giugno il governo dovrebbe dare il via libera agli spostamenti tra Regioni e in attesa della decisione ufficiale è Francesco Boccia a spegnere le voci sui patentini immunitari, ipotizzati dalla Sardegna. “L’articolo 120 della Costituzione dice che una Regione non può adottare provvedimenti che ostacolino la libera circolazione delle persone. E inoltre se gli scienziati dicono che non ci sono passaporti sanitari, non ci sono”, ha sottolineato il ministro per gli Affari regionali.

L’idea è semplice: o si riparte tutti insieme – monitorando i contagi in ogni zona d’Italia – oppure si dovrà ancora aspettare, senza divieti o fughe in avanti di singole realtà. Il pensiero va a Cagliari e dintorni, dove Christian Solians aveva chiesto un certificato di salute per i turisti lombardi in arrivo sulle spiagge dell’Isola.

 “Non è un tema di libera circolazione delle persone, qui il tema è trovare un bilanciamento virtuoso tra valori e interessi costituzionalmente garantiti a partire dalla tutela della salute pubblica”, è la risposta del governatore sardo, che si rivolge direttamente al sindaco di Milano Beppe Sala: “La nostra proposta non discrimina i lombardi, ma quello che li discrimina è l’ipotesi paventata dal Governo di concedere la mobilità tra Regioni a seconda dell’indice di rischio”. I toni sono altissimi (con il primo cittadino meneghino pronto ad ‘evitare’ la Sardegna come meta estiva), tanto che lo stesso Solinas in serata rilancia il suo muro: “Chi arriva senza certificato potrà entrare o no? Dal mio punto di vista non potrà imbarcarsi in partenza”. Un’idea condivisa in parte con la Sicilia, dove Nello Musumeci ha già allungato di una settimana – fino all’8 giugno – il divieto di arrivo nell’isola.

 Ma in Lombardia qual è la situazione del virus? 382 nuovi casi (64,4 % dei nuovi contagi su territorio nazionale) e 20 decessi, a fronte di un’Italia dove tredici regioni oggi hanno registrato meno di dieci casi. Una disparità che fa riflettere, anche se la stagione turistica italiana del Meridione non potrà prescindere dagli arrivi del Nord. Si può leggere anche così l’analisi molto ottimista del presidente della Regione Lombardia Fontana: “I dati sono tutti in miglioramento rispetto alle ultime settimane. Vuol dire che la situazione stia sostanzialmente migliorando”. E ancora: “Credo che in previsione del provvedimento governativo la Lombardia rientrerà sicuramente nel novero delle regioni che avrà libertà di movimento. Sono confidente e convinto che dal 3 giugno i lombardi saranno liberi di circolare in tutta Italia”. La palla passa al governo, che nel weekend potrebbe anche giocare la carta di un nuovo Dpcm per regolamentare gli spostamenti

Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza periodicità. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le previsioni e i pronostici presenti all’interno del blog sono frutto di opinioni personali che riguardano il possibile esito di eventi sportivi, scelti a discrezione dell’autore, e sono espressi precedentemente allo svolgersi degli eventi stessi. L’autore cerca di fornire dati accurati e aggiornati ma non offre alcuna garanzia assoluta circa l’accuratezza o l’attualità del contenuto del sito, come non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori o omissioni.
L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. L’autore del blog si riserva il diritto di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, l’autore non è in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.
Ogni visitatore del blog si impegna a prendere visione di questo disclaimer e ad accettarne tutte le condizioni.

Questo sito confronta le quote e i bonus offerti dai Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità

Forniamo giornalmente pronostici, suggerimenti ed anteprime sulle principali competizioni sportive. Grazie ai nostri consigli ti aiutiamo a scegliere tra le offerte dei bookmaker in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

B-Lab LIVE! e blabsport.it sostengono il Gioco Responsabile. Il gioco é severamente vietato ai minori di 18 anni‎ e può causare dipendenza patologica.

B-Lab Live! © 2013-2019 Boris Production srl P.IVA 01804480992. Powered by CSS Communication® - Tutti i diritti riservati - Sito in Costruzione -

To Top