La quota vincente
Notizie dal Mondo

Regionali, Caldoro in Campania e Fitto in Puglia. Ma Salvini: Stop ai Cesaro

Foto AP-LaPresse - Tutti i diritti riservati

 Vince l’asse Berlusconi-Meloni nella partita giocata all’interno del centrodestra sulle Regionali. La fumata bianca è arrivata dopo giornate di alta tensione e vede candidati in Puglia l’uomo di Fratelli d’Italia Raffaele Fitto e in Campania Stefano Caldoro di Forza Italia. L’accordo fra Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi era atteso per la scorsa settimana, ma all’ultimo è saltato. Fonti interne raccontano di una riunione infuocata fra i tre leader venerdì pomeriggio su Skype, dopo che era già saltato un confronto previsto per il mattino. Sul tavolo sembra fossero presenti altri nomi nella stessa rosa dei candidati azzurri per il seggio più discusso, ovvero quello della Campania, alla fine però ha prevalso il nome di Caldoro. I candidati del centrodestra saranno Francesco Acquaroli per le Marche, Caldoro per la Campania, Susanna Ceccardi per la Toscana e Fitto per la Puglia. Si aggiungeranno alla squadra i governatori uscenti Giovanni Toti in Liguria e Luca Zaia in Veneto.

 La leader di Fdi Giorgia Meloni, sempre più in alto nei sondaggi, si dice “fiera” dei candidati di Marche e Puglia, le regioni nelle quali il testa a testa con Salvini è stato più duro. Mentre per quanto riguarda la Campania, “la candidatura di Caldoro è una vittoria di Silvio Berlusconi che lo aveva proposto già mesi fa”, commenta a caldo la vicepresidente di Fi al Senato, Licia Ronzulli. Affermazione che non lascia spazio a molte interpretazioni e che non deve aver fatto piacere agli alleati, tant’è che poi è stata corretta dai vertici azzurri in un più ecumenico “Caldoro è il candidato di tutti”. Giusto per smorzare l’idea che il Cavaliere in realtà abbia stravinto, se si considera che lo stesso Fitto arriva dalle sue fila.
E Salvini, se da un lato ottiene la candidatura a sindaco di Reggio Calabria (per cui lancia un contest ‘il sindaco del Ponte’), dall’altro ‘digerisce’ le scelte dei suoi alleati che certo non hanno fatto quello “sforzo di innovazione” da lui richiesto proprio la scorsa settimana. Che l’accordo non sia il massimo per il leader del Carroccio lo provano anche le parole ruvide scelte per commentarlo in una nota che di fatto è un avvertimento agli alleati e, in particolare, a Forza Italia. “In tutte le regioni, Campania in primis, la Lega chiederà ‘liste pulite’, ovvero lo stop ai cosiddetti impresentabili coinvolti in gravi problemi con la giustizia – si legge -. È un altolà a Luigi Cesaro e compagnia, giusto per fare un esempio”. Più chiari non si poteva essere.
 

 Il capogruppo uscente di Forza Italia in Campania è appunto Armando Cesaro, figlio del senatore azzurro Luigi. Lo stop è rivolto anche a lui, dato come papabile vicepresidente di Caldoro in caso di vittoria. Prova ne sia una dichiarazione rilasciata da Salvini a margine di un incontro con Giovanni Toti a Genova, in cui, come confermano fonti del Carroccio, annuncia che nell’accordo di coalizione la Lega ha ottenuto di intestarsi i vicepresidenti di Campania e Puglia, un passo giudicato storico dal leader delle ex camicie verdi. Non solo. Anche se in Forza Italia sono convinti che Caldoro possa competere con De Luca, in realtà, se dopo lo stop di Salvini all’esponente azzurro mancasse il pacchetto di voti garantito dai Cesaro, la forbice con l’attuale ‘governatore’ del Pd potrebbe essere più ampia e lo smacco maggiore. “La Lega punta al mezzo milione di cittadini delle città del Centrosud che andranno al voto da settembre, a partire da Reggio Calabria (il più significativo Comune chiamato alle urne e che conta 182.551 abitanti) dove l’obiettivo è eleggere ‘il sindaco del Ponte'” si legge in una nota diramata dal Carroccio. Matteo Salvini sta valutando una rosa di cinque nomi per individuare il candidato migliore. In Sicilia la Lega, da pochi mesi entrata in Consiglio Regionale e da poche settimane anche in Giunta, proporrà una sua candidatura per il sindaco di Milazzo e sarà presente in tutti gli altri centri, in Sardegna sarà leghista il candidato sindaco di Nuoro e in Abruzzo quello di Chieti. Non solo, Salvini è pronto a lanciare un candidato anche ad Avezzano, provincia de L’Aquila. In Basilicata la Lega punta Matera. In Campania prima presenza leghista nei Comuni di Giugliano, Casalnuovo di Napoli, Caivano e Mugnano di Napoli con l’obiettivo di esprimere un primo cittadino leghista a Poggiomarino e lavorare in prospettiva per un candidato sindaco leghista a Benevento e Caserta. In Puglia sono pronti i candidati sindaci leghisti ad Andria, Corato e Ceglie Messapica, mentre in Regione la Lega lancia Nuccio Altieri in ticket con Raffaele Fitto “per spodestare, dopo quindici anni di malgoverno, la sinistra”. Per vincere, saper stare in coalizione significa anche, a volte, saper cedere. E ora è toccato a Salvini.
 

Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza periodicità. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le previsioni e i pronostici presenti all’interno del blog sono frutto di opinioni personali che riguardano il possibile esito di eventi sportivi, scelti a discrezione dell’autore, e sono espressi precedentemente allo svolgersi degli eventi stessi. L’autore cerca di fornire dati accurati e aggiornati ma non offre alcuna garanzia assoluta circa l’accuratezza o l’attualità del contenuto del sito, come non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori o omissioni.
L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. L’autore del blog si riserva il diritto di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, l’autore non è in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.
Ogni visitatore del blog si impegna a prendere visione di questo disclaimer e ad accettarne tutte le condizioni.

Questo sito confronta le quote e i bonus offerti dai Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità

Forniamo giornalmente pronostici, suggerimenti ed anteprime sulle principali competizioni sportive. Grazie ai nostri consigli ti aiutiamo a scegliere tra le offerte dei bookmaker in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

B-Lab LIVE! e blabsport.it sostengono il Gioco Responsabile. Il gioco é severamente vietato ai minori di 18 anni‎ e può causare dipendenza patologica.

B-Lab Live! © 2013-2019 Boris Production srl P.IVA 01804480992. Powered by CSS Communication® - Tutti i diritti riservati - Sito in Costruzione -

To Top