La quota vincente
Notizie dal Mondo

Sanremo, la prima serata: Bertè e Mannoia infiammano l’Ariston

L’emozione di Marco Mengoni al suo esordio da co-conduttore, il ritorno a sorpresa di Zlatan Ibrahimovic, la prima assoluta di una sciatrice sul palco dell’Ariston e la commozione della mamma di Giogiò Cutolo che ha coinvolto l’intero teatro. Scorre via così la prima serata del 74esimo Festival di Sanremo, con anche rimandi ai festival passati: gag di Amadeus e Marco Mengoni, che dopo le polemiche dello scorso anno per il bacio tra Rosa Chemical e Fedez, sdogana il bacio collettivo distribuendo in platea il ‘preserbacino’, per baciarsi senza toccarsi le labbra. E subito dopo averlo sperimentato con la moglie di Amadeus, Giovanna, esclama: “Tutti i baci hanno gli stessi diritti“.

Applausi per Fiorella Mannoia

A rompere il ghiaccio di una lunghissima serata è stata Clara, che in un tubino argentato si scioglie lungo l’intera ‘Diamanti Grezzi’. A raffica, Sangiovanni che torna sul palco dell’Ariston con ‘Finiscimi’ e un elegantissimo abito ‘large’ in total white e croce dorata al petto, bianco in pizzo di Luisa Spagnoli per Fiorella Mannoia, che entra scalza e mantiene la promessa che aveva anticipato a chi aveva puntato su di lei concludendo la sua ‘Mariposa’ con un abbraccio ad Amadeus e regalando fiori all’orchestra. Naturale l’ovazione della platea dell’Ariston che intona forte il suo nome.

 



Prima delle creste colorate dei La Sad che raccolgono l’applauso della platea per il tema contro il suicidio a supporto di Telefono Amico Italia (“La musica ci ha salvato la vita”, dicono a fine pezzo Theø, Plant e Fiks), ecco la prima sorpresa della serata quando dalla platea spunta Zlatan Ibrahimovic bissando la sua presenza all’Ariston dopo quella del 2021. “A 42 anni ho smesso perché ho ascoltato il mio corpo. Nonostante i tuoi casini il teatro è pieno“, scherza l’ex milanista e oggi dirigente rossonero, ricordando l’edizione condotta insieme ad Amadeus: “Pensa se eri da solo, con il tuo naso e tutti quei palloncini”, dice Ibrahimovic. Quindi, indicando il palco reale e costringendo il direttore artistico a fargli notare che su quel palco si è seduto solo il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “Quanti gol ha fatto?”, ironizza lo svedese, che aiuta anche Amadeus a tornare con la mente al passato. E dopo la ‘Tu No’ di Irama, Amadeus non perde occasione per presentare Ghali “che fu ospite del mio primo Sanremo 4 anni fa…”. E il rapper non delude, con la sua ‘Casa Mia’ sente il palco tutto suo, si muove in tuta glitter celeste e si diverte richiamando il suo amico alieno ‘Ric’ che per il momento dialoga con lui a distanza. Piccola gaffe, poi, per Amadeus che durante la prima serata del Festival di Sanremo, lasciando il palco per una gag con ‘I maestri del divano’, si è seduto su uno spettatore in platea chiedendo poi: “Come si chiama?”. Lo spettatore in questione era però Nicola Claudio, presidente di Rai Cinema. Prima dell’esibizione della bellissima Annalisa con ‘Sinceramente’, ecco la prima incursione di Fiorello al Festival che imitando Chiara Ferragni e il suo abito indossato nella scorsa edizione ha esibito un mega striscione con la scritta “Ama pensati libero… questo è l’ultimo”. Fiorello che poi a metà serata prima si ‘sdoppia’ con un altro sé e scherza: “È l’Intelligenza artificiale”. Lo showman ha anche violato il patto di non entrare all’Ariston, salendo le scale al motto “tanto è l’ultimo, posso fa’ come me pare…”. L’ennesima gag sul quinto e ultimo anno di Festival per Ama. In un’altalena di emozioni, si passa alla commozione di Daniela Cutolo, la mamma di Giogiò, che dopo aver ascoltato la musica del figlio con la scritta sul tulle ‘Nisciuno te scorda’. La serata se ne va con Diodato e la sua ‘Ti Muovi’ che fa scattare l’applauso in sala stampa nel Roof dell’Ariston, prima dell’omaggio a Toto Cutugno con ‘Gli Amori’ e Federica Brignone che regala il suo casco “per portare qualcosa del mio sport. Gli sci erano ingombranti. Poi scendendo le scale avevo paura di cascare”. Chioma azzurra e style Alice nel Paese delle meraviglie, Loredana Bertè svela al mondo la capacità di giocare su se stessa e “fare da sola” e anticipa il cantante più discusso alla vigilia. Ma Geolier con la sua ‘I P’ Me, Tu P’ Te’ in partenopeo sembra comunque convincere l’Ariston che applaude. E sarà anche il leit motiv dell’intera serata. Di una grande festa italiana che comunque vada continuerà a far discutere anche dopo il 10 febbraio.

 



Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza periodicità. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le previsioni e i pronostici presenti all’interno del blog sono frutto di opinioni personali che riguardano il possibile esito di eventi sportivi, scelti a discrezione dell’autore, e sono espressi precedentemente allo svolgersi degli eventi stessi. L’autore cerca di fornire dati accurati e aggiornati ma non offre alcuna garanzia assoluta circa l’accuratezza o l’attualità del contenuto del sito, come non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori o omissioni.
L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. L’autore del blog si riserva il diritto di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, l’autore non è in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.
Ogni visitatore del blog si impegna a prendere visione di questo disclaimer e ad accettarne tutte le condizioni.

This website is hosted Green - checked by thegreenwebfoundation.org

Questo sito confronta le quote e i bonus offerti dai Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità

Forniamo giornalmente pronostici, suggerimenti ed anteprime sulle principali competizioni sportive. Grazie ai nostri consigli ti aiutiamo a scegliere tra le offerte dei bookmaker in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

B-Lab LIVE! e blabsport.it sostengono il Gioco Responsabile. Il gioco é severamente vietato ai minori di 18 anni‎ e può causare dipendenza patologica.

B-Lab Live! © 2013-2019 Boris Production srl P.IVA 01804480992. Powered by CSS Communication® - Tutti i diritti riservati - Sito in Costruzione -

To Top