La quota vincente
Notizie dal Mondo

Vaticano, delitto di scisma: i casi più noti

Foto AP-LaPresse - Tutti i diritti riservati

Monsignor Carlo Maria Viganò, ex nunzio apostolico negli Stati Uniti, ha più volte criticato l’operato di Papa Francesco. Per questo motivo è accusato di scisma e il dicastero per la Dottrina della Fede ha convocato il 20 giugno l’ex nunzio invitandolo a presentarsi “per prendere nota delle accuse e delle prove” a suo carico.

Il delitto di scisma – ossia un chiaro e netto distacco di comunità di fedeli dalla Chiesa cattolica, motivato da divergenze dottrinali o da dissensi con la sua gerarchia – è uno dei tre delitti ‘contra fidem’, insieme a eresia e apostasia. A occuparsi di questi delitti è la Congregazione per la Dottrina della Fede che “a norma dell’art. 52 della Costituzione Apostolica Pastor Bonus, giudica, ai sensi dell’art. 2, i delitti contro la fede” e “previo mandato del Romano Pontefice” ha “il diritto di giudicare i Padri Cardinali, i Patriarchi, i Legati della Sede Apostolica, i Vescovi, nonché le altre persone fisiche”. In dettaglio, il delitto di scisma viene definito nel diritto canonico come “il rifiuto della sottomissione al Sommo Pontefice o della comunione con i membri della Chiesa a lui soggetti” (can. 751 CIC). Si tratta dunque di un delitto non contro verità di fede come per l’eresia e l’apostasia, ma il negare il primato Papa o altre cause riguardanti direttamente l’unità della Chiesa cattolica. La pena prevista per questi delitti è la scomunica latae sententiae (a norma del can. 1364 CIC), fermo restando la rimozione dall’ufficio in caso di chierici (can. 194 º1 n.2). Qualunque fedele quindi può essere accusato di scisma. Ma nel caso in cui l’accusa sia rivolta a un religioso, la pena prevista è la scomunica o la dimissione dallo stato clericale.

I casi precedenti più noti 

Lo scisma per antonomasia è stato quello di Avignone, ovvero lo ‘Scisma d’Occidente’: un periodo lungo circa 40 anni che segnò un momento di grande turbolenza nella storia della Chiesa cattolica. Clemente V, francese, fu eletto Papa nel 1305 ad Avignone. E qui, invece che a Roma, decise di stabilire la residenza papale. Questa decisione portò a un periodo di quasi 70 anni in cui i papi risedettero nella città francese e la Chiesa cattolica subì il Grande Scisma d’Occidente – dal 1378 al 1417 – causato dalla presenza di due Papi in contemporanea, uno a Roma e uno ad Avignone. Questo portò a una divisione nella Chiesa cattolica con alcuni Paesi che sostenevano un Papa e altri l’altro. La situazione si risolse solo con l’elezione di Papa Martino V nel 1417 che fu riconosciuto da entrambe le fazioni. In tempi più recenti, un altro caso importante è quello che ha riguardato l’arcivescovo cattolico francese Marcel Lefebvre che si oppose alle riforme apportate dal Concilio Vaticano II e nel post Concilio. Sospeso a divinis nel 1976 da Papa Paolo VI, fu scomunicato da Papa Giovanni Paolo II nel 1988.

Non mancano casi attuali: il reverendo Domenico Cantore, sacerdote di Mottola, nel Tarantino, accusato di scisma nel 2023 per essersi convertito alla Chiesa Ortodossa; Domenico Martino, parroco di Senise, nel Potentino, accusato di scisma e di eresia nel 2022 per aver dichiarato pubblicamente l’intenzione di voler lasciare il sacerdozio e la Chiesa cattolica e di aver partecipato attivamente alle attività liturgiche e pastorali nell’ambito della cosiddetta ‘Ecclesia Catholica Romana Antiqua – Diocesi di San Pio da Pietralcina’, chiesa considerata scismatica dal Vaticano. E poi il palermitano don Alessandro Minutella, dimesso allo stato laicale, dopo che nel 2021 sul suo canale YouTube, aveva inveito contro Papa Francesco e il vescovo di Palermo Corrado Lorefice ed era accusato di aver dato vita a una vera e propria Chiesa parallela a quella cristiana cattolica.

Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza periodicità. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le previsioni e i pronostici presenti all’interno del blog sono frutto di opinioni personali che riguardano il possibile esito di eventi sportivi, scelti a discrezione dell’autore, e sono espressi precedentemente allo svolgersi degli eventi stessi. L’autore cerca di fornire dati accurati e aggiornati ma non offre alcuna garanzia assoluta circa l’accuratezza o l’attualità del contenuto del sito, come non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori o omissioni.
L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. L’autore del blog si riserva il diritto di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, l’autore non è in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.
Ogni visitatore del blog si impegna a prendere visione di questo disclaimer e ad accettarne tutte le condizioni.

This website is hosted Green - checked by thegreenwebfoundation.org

Questo sito confronta le quote e i bonus offerti dai Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità

Forniamo giornalmente pronostici, suggerimenti ed anteprime sulle principali competizioni sportive. Grazie ai nostri consigli ti aiutiamo a scegliere tra le offerte dei bookmaker in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

B-Lab LIVE! e blabsport.it sostengono il Gioco Responsabile. Il gioco é severamente vietato ai minori di 18 anni‎ e può causare dipendenza patologica.

B-Lab Live! © 2013-2019 Boris Production srl P.IVA 01804480992. Powered by CSS Communication® - Tutti i diritti riservati - Sito in Costruzione -

To Top