La quota vincente
Notizie dal Mondo

Scuola, presidi bocciano linee guida. La protesta in 60 piazze italiane

Foto AP-LaPresse - Tutti i diritti riservati

 L’universo scuola torna in piazza. Oggi in oltre 60 città italiane, genitori, docenti, precari, studenti e bambini si riuniranno per chiedere risorse straordinarie e maggiori certezze in vista del rientro sui banchi a settembre. Sotto il fuoco incrociato delle polemiche ci sono anche le Linee guida previste nella bozza del ‘Piano scuola 2020-2021’. La prima, sonora, bocciatura arriva dai presidi. “Non contiene indicazioni operative né definisce livelli minimi di servizio ma si limita ad elencare le possibilità offerte dalla legge sull’autonomia, senza assegnare ulteriori risorse e senza attribuire ai dirigenti la dovuta libertà gestionale”, commenta Antonello Giannelli, presidente Anp. Di più: “Scarica la patata bollente sui dirigenti scolastici”, è l’accusa.
 
 La politica approfitta subito per mettere sul banco degli imputati Lucia Azzolina: “In questo momento in tutta Europa le scuole sono aperte. A fine giugno. O sono matti gli altri o siamo indietro noi. Abbiamo un ministro evidentemente non all’altezza di gestire un tema così delicato come la scuola italiana – attacca Matteo Salvini – Nelle Linee guida tanto fumo, zero arrosto”. “Solidarietà ai sindaci, ai presidi, ai docenti e a tutto il personale della scuola. La Azzolina si comporta come Ponzio Pilato e utilizza l’autonomia scolastica come pretesto per lavarsi le mani e scaricare sui presidi e gli enti locali tutte le responsabilità sulla riapertura a settembre delle scuole”, gli fa eco Giorgia Meloni. E anche FI ci va giù pesante: “Quelle che dovevano essere linee guida precise e dettagliate, sono invece un elenco di ovvietà fumose e inconsistenti, che non danno sicurezze e che lasciano spazio a interpretazioni e iniziative che dovranno essere prese via via dai presidi, dagli enti locali, dai governatori – attacca Maria Stella Gelmini – Una confusione inaccettabile che il nostro sistema scolastico non si può permettere. Il ministro Azzolina, se ne è capace, per una volta prenda delle decisioni e dimostri di saper governare”.

 Le critiche inducono Azzolina a intervenire: “In merito alla riapertura delle scuole a settembre: le Linee guida saranno portate domani in Conferenza Unificata. Leggo tante interpretazioni, molte sbagliate. Questo aiuta solo ad alimentare la confusione”, scrive la ministra su Twitter. La titolare del Miur incontra poi al ministero presidi e rappresentanze sindacali. Anche con loro la musica non cambia: Chiede “un un piano pluriennale di investimenti” la Flc Cgil. “La grande preoccupazione – spiega Francesco Sinopoli – – è che avendo predisposto le Linee guida senza un giusto investimento di risorse, si stia scaricando una grossa responsabilità sulle autonomie scolastiche col risultato di un quadro dell’istruzione legato alle differenze territoriali”. Domani, le Linee Guida saranno presentate alle Regioni. E’ tempo di esami per Azzolina.

Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza periodicità. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le previsioni e i pronostici presenti all’interno del blog sono frutto di opinioni personali che riguardano il possibile esito di eventi sportivi, scelti a discrezione dell’autore, e sono espressi precedentemente allo svolgersi degli eventi stessi. L’autore cerca di fornire dati accurati e aggiornati ma non offre alcuna garanzia assoluta circa l’accuratezza o l’attualità del contenuto del sito, come non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori o omissioni.
L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. L’autore del blog si riserva il diritto di rimuovere senza preavviso e a suo insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, l’autore non è in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.
Ogni visitatore del blog si impegna a prendere visione di questo disclaimer e ad accettarne tutte le condizioni.

Questo sito confronta le quote e i bonus offerti dai Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità

Forniamo giornalmente pronostici, suggerimenti ed anteprime sulle principali competizioni sportive. Grazie ai nostri consigli ti aiutiamo a scegliere tra le offerte dei bookmaker in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

B-Lab LIVE! e blabsport.it sostengono il Gioco Responsabile. Il gioco é severamente vietato ai minori di 18 anni‎ e può causare dipendenza patologica.

B-Lab Live! © 2013-2019 Boris Production srl P.IVA 01804480992. Powered by CSS Communication® - Tutti i diritti riservati - Sito in Costruzione -

To Top